3495093051

Il decalogo del buon camperista


1. Regole da osservare per la sosta
Vanno utilizzate per la sosta le apposite aree predisposte per i camper. Ove queste non esistano o siano già occupate da altri camper la sosta va effettuata nei normali parcheggi osservando la segnaletica presente, non debordando lateralmente dalle segnaletiche orizzontali ed in particolare cercando di evitare che la sagoma del camper possa nascondere: monumenti, opere d’arte, paesaggi, finestre di abitazioni, esercizi commerciali ecc. In caso di sosta in gruppo i camper vanno disposti in modo tale da non ostacolare le normali attività di parcheggio. Tutte le attività che di norma si svolgono nell’ambito di un campeggio (come utilizzare verande, posizionare sedie e tavolini, cucinare o mangiare all’aperto, stendere biancheria ecc.) sui parcheggi devono ritenersi vietate, salvo dove non siano espressamente consentite dalla segnaletica presente sul parcheggio stesso.



2. Regole da osservare per lo scarico delle acque
In ogni viaggio, in solitaria od in gruppo, lo scarico delle acque (nere e grigie) è da effettuare di norma negli appositi “presidi ecologici”. Solo ove questo non sia possibile per la totale mancanza o l’eccessiva distanza del predetto presidio va cercata da parte del singolo camperista una soluzione tale che permetta di arrecare il minor danno possibile all’ambiente ed il minor disagio per gli abitanti.




3. Regole da osservare per l’immondizia
L’immondizia prodotta, va conservata sul proprio mezzo racchiusa in appositi sacchetti, per essere depositata nei contenitori pubblici adibiti a tale funzione. E’ opportuno sensibilizzarsi all’utilizzo per quanto possibile, di materiali riutilizzabili e non usa e getta.



4. Norme comportamentali da osservare per il rispetto della quiete pubblica
Da parte dei camperisti va tenuto sempre un comportamento rispettoso della quiete pubblica e, pertanto, quando si parcheggia in centro abitato, in aree di sosta o in campeggi, si deve evitare di far confusione e di tenere alto il volume di apparecchi radiofonici e/o televisivi. L’uso del “generatore elettrico” deve essere limitato solo ai casi di effettiva necessità ed effettuato in orario tale che non pregiudichi il riposo di altri o in generale la quiete del luogo dove si sosta. In ogni caso, quando l’uso sia indispensabile, il camper va spostato in luogo più isolato, lontano da altri camper e dalle abitazioni, in modo tale da attenuare al massimo il suo rumore.



5. Norme comportamentali per i camperisti con animali domestici
Ciascun camperista può portare con sé animali domestici, che per la loro indole mansueta non arrechino disturbo, danno o spavento a nessuno. Peraltro, onde evitare che insorgano problemi nei rapporti con gli altri soci o terzi, si rende necessario che i cani, specie se di taglia media o grande, siano tenuti e condotti in base alla normativa vigente. I padroni dei cani devono farsi carico dei loro problemi igienici ed in particolare devono raccogliere ed eliminare i loro escrementi, in modo da lasciare sempre il posto dove si è sostato completamente pulito.



6. Norme comportamentali nei trasferimenti

Durante i trasferimenti, specie in colonna, si deve tenere un’andatura che non pregiudichi la sicurezza nostra e di terzi, ma neppure che rechi intralcio alla circolazione in particolare ai mezzi che seguono. E’ buona norma agevolare il sorpasso di chi segue, accostando a destra in quelle rare occasioni in cui l’andatura è necessariamente lenta (ad esempio su strada con forte pendenza o dissestata). Ciascun camperista, quando è in marcia dentro una lunga colonna, deve mantenere la posizione assegnata e una adeguata distanza dal veicolo che lo precede tale da agevolare il rientro dei mezzi in sorpasso, deve inoltre rispettare le indicazioni impartite via radio (CB ch.11) dal capo colonna ed indirizzate al conducente del camper posizionato in coda.



7. Il dovere di rispettare le regole dei paesi ospitanti

Il camperista deve sempre rispettare le regole giuridiche, morali, religiose, ed anche le tradizioni ed i costumi del paese ospitante anche se queste gli appaiono irrazionali o non conformi al proprio modo di vedere o in contrasto con i propri principi morali e religiosi. Tale diversità non può in ogni caso portare ad un atteggiamento offensivo, derisione o scherno nei confronti degli abitanti del paese visitato.



8. Il dovere di disponibilità verso gli abitanti dei paesi ospitanti

Il camperista deve sempre essere tollerante verso chi si avvicina con curiosità e spirito di amicizia o anche solamente perché spinto da bisogno. E’ buona norma essere sempre predisposti ai contatti umani soprattutto quando si visitano zone abitate da popolazioni che non siano abiuate al turismo in genere.



9. Il dovere di assistenza verso altri camperisti in difficoltà

Il camperista deve dare il massimo di aiuto, collaborazione ed assistenza possibile ai colleghi che si trovino in momentanea difficoltà sia fisica che meccanica.



10. Il dovere di segnalazione di comportamenti delittuosi

E’ dovere di ciascun camperista segnalare alle Autorità competenti, alle Amministrazioni locali, alle riviste di settore, alla segreteria del Camper Club, casi di rapina, furto, truffa, danneggiamento e malversazione di cui egli, durante i suoi viaggi, sia stato vittima o testimone; ciò al fine sia di permettere a chi di competenza di prendere le opportune misure preventive e/o repressive, sia di informare gli altri camperisti o viaggiatori in genere sui rischi che si corrono frequentando certe particolari zone.